NAT.SAL.MO

NAT.SAL.MO

Recovery of Salmo Macrostigma: Application of Innovative Techniques and Participatory Governance Tools in Rivers of Molise


 


Programma
LIFE

 


Partner

 

Lead Partner
Italia - Università degli Studi del Molise (UNIMOL)

Partner
Italia - Regione Molise
Italia - Comune di Oratino
Italia - Comune di Rocchetta al Volturno
Italia - Legambiente Associazione ONLUS
Italia - Mediteranean Trout Research Group

Italia - Studio Giuliano
Romania - Univerisità di Iasi “Ion Ionescu de la Brad” (Agricultural Sciences and Veterinary Medicine)

Romania - Università di Sibiu “Lucian Blaga”

 


Durata
01/07/2018 - 31/03/2023

 


Sito Internet
https://greenproject.info/wpg/natsalmo/

 

Sintesi e Obiettivi

L’obiettivo principale del Progetto è quello di implementare azioni concrete per la conservazione della Trota Nativa dell’Area Mediterranea (indicata come Salmo Macrostigma nella Direttiva Comunitaria 92/43/EEC, Allegato II) e del suo habitat nei bacini fluviali del Biferno e del Volturno. La Trota Macrostigma è classificata come specie vulnerabile in Europa e fortemente minacciata in Italia. Le principali minacce alla futura persistenza di questo salmonide concernono: il sovra-sfruttamento della risorsa idrica, l’alterazione degli habitat fluviali e le attività di ripopolamento con trote domestiche e alloctone all’Area del Mediterraneo che danno luogo a fenomeni di ibridazione e successiva introgressione.

Altri obiettivi:

  • recuperare l’integrità genetica delle popolazioni native di macrostigma, minacciate da ibridazione introgressiva a causa dell’introduzione di linee zootecniche di Salmo trutta di origine nord-europea sia nei bacini adriatici (fiume Biferno) che in quelli tirrenici (fiume Volturno) del Molise;
  • proteggere e ripristinare la funzionalità degli habitat, come la connettività fluviale e la qualità dei siti di riproduzione, promuovendo la connessione ecologica tra i SIC all’interno dell’area;
  • incoraggiare la riproduzione naturale degli esemplari selvatici non introgressi o poco ibridati;
  • espandere l’areale di distribuzione macrostigma all’interno dell’area del progetto;
  • ottimizzare i protocolli di crioconservazione del seme di macrostigma al fine di garantire la massima variabilità genetica durante le pratiche di riproduzione artificiale; inoltre, verranno creati nidi artificiali composti da materiale naturale prelevato dall’alveo fluviale per la semina delle uova embrionale;
  • aggiornare le attuali norme di pesca prendendo in considerazione le caratteristiche biologiche, ecologiche ed etologiche delle popolazioni di salmonidi nativi che vivono nei due principali bacini molisani;
  • generare un ritorno socio-economico positivo e un aumento della consapevolezza ambientale;
  • promuovere l’adozione di strumenti di governance partecipativa, come i contratti fluviali, per garantire la sostenibilità delle misure di conservazione applicate, non solo durante il progetto ma anche dopo la fine e, allo stesso tempo, per garantire la conservazione e la trasferibilità delle buone pratiche in contesti simili sia in territorio nazionale sia nei territori di altri Stati membri dell’UE;
  • istituire una stretta collaborazione tra partner per trasferire le metodologie innovative applicate e messe a punto nelle acque molisane nel corso del progetto in contesti simili, sia in Italia che in altri Stati membri dell’UE e generare almeno due valutazioni di replicabilità in due diversi Stati, con almeno una specie diversa dalla macrostigma. Creare quindi in Molise un modello partecipativo di recupero e gestione delle risorse naturali che possa essere adottato dalle amministrazioni edagli enti del resto dell’Europa.
  • valutare la replicabilità delle metodologie sviluppate all’interno del progetto LIFE Nat.Sal.Mo. in territorio Rumeno (identificato come sito di riproduzione per la specie di interesse comunitario Hucho hucho – il “salmone del Danubio”) con almeno una specie diversa dallamacrostigma.

 

Attività Principali

Introgressione genetica

Il grado di introgressione nell’area del progetto diminuirà di oltre il 66%.

 

Riproduzione artificiale di supporto

Verranno prodotte almeno 50.000 uova per ogni anno (150.000 uova in totale).

Almeno 15 km di fiume saranno ricollegati e le aree di riproduzione disponibili aumenteranno di almeno il 25%.

L’obiettivo è la conservazione di S. macrostigma, quindi nell’attività di riconnessione fluviale attraverso la costruzione di passaggi per pesci sarà data priorità al raggiungimento dei siti idonei da parte dei riproduttori selvatici piuttosto che alla lunghezza dei tratti riconnessi.

 

Variabilità genetica

La variabilità genetica della trota nativa sarà mantenuta o aumentata grazie ad appropriati schemi di fecondazione.

 

Trasferibilità del progetto e sostenibilità

Oltre alle attività di disseminazione, networking e alla preparazione di un business plan, miriamo a trasferire le metodologie innovative sviluppate in LIFE Nat.Sal.Mo. in territorio rumeno per la popolazione di Hucho hucho selvatico.

Inoltre, miriamo a generare almeno due valutazioni di replicabilità (diverse dal caso della Romania) in due diversi Stati membri, con almeno una specie diversa dalla S. macrostigma. Durante la promozione, la connettività e i processi di selezione, gli Stati membri con un basso numero di progetti LIFE di conservazione attivi avranno la priorità.

Miriamo anche a garantire la sostenibilità delle misure di conservazione applicate sia durante il progetto sia dopo la fine, mettendo in atto uno strumento di governance partecipativa come il “Contratto fluviale” che mira a formalizzare l’impegno di parti interessate sia pubbliche che private in un piano d’azione dettagliato dei compiti e dei risultati da perseguire per continuare con efficacia le azioni di conservazione.

 

 

 

- Eventi

 

27 luglio 2018
Kick-Off Meeting
Campobasso

 

16 ottobre 2018
 Partner Meeting
Campobasso

 

28 maggio 2019
Conferenza Stampa
Campobasso

 

3-4 giugno 2019
First Monitoring Visit
Campobasso