TOURISM4ALL

TOURISM4ALL

Development of a Crossborder Network for the Promotion of the Accessible Tourism Destinations


 

-

 


Programma
ITALIA-CROAZIA

 


Partner

 

Lead Partner
Italia - Regione Molise

Partner
Italia - Regione Veneto (Dipartimento Turismo)
Italia - ConCentro (Azienda Speciale Camera di Commercio Pordenone)
Italia - IRECOOP (Istituto Regionale per l’Educazione e Studi Cooperativo)
Italia - Delta 2000
Italia - Società Cooperativa Sociale Odòs
Italia - Regione Puglia (Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio)

Croazia - Public Institution Rera SD for Coordination and Development of Split Dalmatia County
Croazia - Comune di Zadar
Croazia - Šibenik Tourist Board
Croazia - Croatian Camping Association
Croazia - Aspira University College of Management and Design
Croazia - Comune di Buje-Buie
Croazia - Brač Local Action Group

 


Durata
-

 


Sito Internet
-

 

 

Sintesi e Obiettivi

L’obiettivo del Progetto è sviluppare e promuovere un’ampia rete transfrontaliera di destinazioni turistiche accessibili con patrimonio naturale e culturale, al fine di ridurre il turismo stagionale e promuovere l’inclusione sociale condividendo approcci, metodi e servizi congiunti di promozione del turismo, a favore delle persone svantaggiate e per quelli con particolari esigenze di accessibilità, come ad esempio disabili e anziani. Il progetto prevede azioni per migliorare l’accessibilità in dieci aree naturali e siti del patrimonio culturale e un’attività di dimostrazione che coinvolge l’alloggio in campeggio. Questa vasta gamma di aree è un valore aggiunto in termini di conoscenza e condivisione dell’uso di mezzi, i cui risultati possono essere trasferiti a una vasta gamma di contesti simili. Questo significa anche che una brochure transfrontaliera di turismo accessibile con una miriade di destinazioni potrà essere promossa in modo più efficace.

 

Attività Principali

Il Progetto si basa sulle seguenti attività: sviluppare un metodo condiviso per aumentare prodotti e servizi turistici accessibili attraverso scambio di esperienze e buone pratiche e sistemi di valutazione, che incoraggia altre organizzazioni a replicare queste azioni e ad adottare politiche atte a sostenere e diffondere il turismo accessibile; analizzare e sviluppare le competenze dei fornitori di servizi turistici accessibili; sviluppare la governance locale per la gestione delle strategie turistiche accessibili che promuovono la sostenibilità delle azioni; sviluppo di azioni pilota che migliorino l’accessibilità del turismo nelle destinazioni e quindi aggiungere valore al patrimonio naturale e culturale, rendendo le capacità e la governance parte di un sistema in ciascuna destinazione; sviluppare e promuovere i prodotti turistici accessibili relativi alla rete transfrontaliera, oltre ai servizi nei mercati di destinazione, in collaborazione con i fornitori di servizi turistici al fine di incoraggiare i flussi turistici in bassa stagione.